Rimani in contatto

Search

Antivirus Gratis

BlogItalia - La directory italiana dei blog

Il Bello del Web

Aggregatore

Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog

Blog360gradi – L’aggregatore di notizie a 360 gradi provenienti dal mondo dei !

martedì 25 ottobre 2011

Rapporto con i figli: il cuoricino spezzato

Azz mio figlio a neanche 4 anni è stato schifato da una compagna di classe.
Dovete sapere che questa bimba, che chiamerò Gaia, è la fidanzata del mio Unno dall'anno scorso. E' da un anno che sono fidanzati, ma Gaia non lo sa!
In effetti, a detta di mio figlio, Gaia era fidanzata con ben 4 bambini sempre della sua classe. Immagino che Gaia non sapesse neanche della loro esistenza.
Gaia ha 5 anni ed è alta come una bambina di 1 elementare; il mio Unno ha quasi 4 anni ed è alto come uno di 3. Immaginate che coppia ben assortita.
Ma Gaia è sempre stata nel cuore di mio figlio.

Due giorni fa, il mio ragazzone si fa coraggio e chiede, con la sua vocettina leggermente stridula: “Gaia.... ti vuoi fidanzare con me?”
Gaia lo guarda per qualche attimo, che a mio figlio sarà sembrato eterno, e con voce atona, piatta, senza sentimento, dice: “no”.
Con un semplice no secco, il mio Unno è stato rifiutato. Da madre posso immaginarlo con il suo cuoricino spezzato, le lacrime che gli bagnano le guance, le orecchie che si fanno rosse per la vergogna ed un impellente bisogno di fare pipì.
Invece mio figlio, ne sono sicura, lo ha vissuto come se non avesse potuto avere una caramella alla frutta.

Di ritorno dalla scuola, l'Unno mi racconta questa storia ed io ho cercato di mitigare la situazione con frasi del tipo:
IO: “potresti fargli un regalo, magari ti dice di si”
Risposta: “tanto mi dice sempre no”
IO: “nel mare ci sono tante altre belle bambine”
Risposta: “ma è Gaia che voglio sposare”
IO: “sono sicura che presto troverai un'altra bella bambina”
Risposta: “non troverò nessuno e voglio sposare solo Gaia”
IO: “...”

Storia raccontata secondo quello che il mio Unno mi ha riferito, e ovviamente abbellita ed infiocchettata come solo una mamma sa fare.

Se volete leggere altri post di storie di mamma, cliccate qui

Se vuoi leggere altri post su essere genitori, clicca qui
Se invece vuoi divagarti con una ricetta leggera, clicca qui
Se vuoi leggere altri post su lavori a domicilio, clicca qui

4 commenti:

Da madre posso immaginarlo con il suo cuoricino spezzato, le lacrime che gli bagnano le guance, le orecchie che si fanno rosse per la vergogna ed un impellente bisogno di fare pipì.

Gentilissima otonga, che fortuna per me trovare un tuo post che parla di abiti usati: Tu hai fatto in passato, esattamente che io sogno di fare da una vita, ma per una vagonata di paure, non ho mai fatto. Spero che tu sia ancora su questo blog (non sono riuscita a trovare tua mail) perchè mi piacerebbe tanto farti delle domande relative ai vestiti usati che io AMOOOO, credo che per me sia quasi una dipendenza.
Ti tingrazio Lucia

Troppo forte! io a sei anni ho chiesto al mi amichetto Riccardo "Mi vuoi sposare?" e lui mi ha risposto "Lo devo chiedere a mamma!". non l'ho MAI più guardato in faccia...
Bello questo blog.

bella anche l'idea degli abiti usati, ti ho trovato per questo. Ciao

Posta un commento